The Alphabet – David Lynch

 

 

Fra i primissimi cortometraggi di David Lynch c’è questo surreale e surrealista The Alphabet (1968) ispirato a un incubo di una sua nipotina che nel sonno ripeteva ossessivamente l’alfabeto, e che rifletteva il blocco psicologico che lo stesso Lynch aveva avuto da bambino nei confronti dell’apprendimento verbale, inducendolo a dedicarsi maggiormente al linguaggio visivo. Nel film l’animazione in stop motion si combina con la recitazione e il sonoro che Lynch definì industrial symphonies, aspetti che ricordano in parte il grande maestro dell’animazione cèco Jan Svankmaier. In più un’ispirazione Grand-Guignolesca incline al teatro “scientifico”, naturalista e anatomico (vedi anche l’altro corto, The Grandmother, 1970, premiato al Festival di Avoriaz).

 

Annunci

4 thoughts on “The Alphabet – David Lynch

  1. David Lynch un genio espresso al 50% secondo me. Ho sempre avuto l’impressione di una sua incredibile difficolta nel concretizzare le sue diaboliche idee. E questa è una grandissima castrazione per un regista. Gli è mancato qualcosa, non so cosa.

    Dal suo più grande film, Mulholland Drive, al suo fiasco più grande, Inland Empire. In quest’ultimo ha mostrato tutte le sue difficoltà, poteva essere un capolavoro o un flop colossale, non sarebbero esistite vie di mezzo.

    • in effetti mi piacciono particolarmente i primi cortometraggi sperimentali, e i primi film in bianco e nero (Eraserhead, Elephant Man), più la serie Twin Peaks, mentre i film successivi sono discontinui nella realizzazione dell’idea originaria; sto cercando così, per pura curiosità e senza pretesa di sistematicità, di ripartire dall’inizio, con i primi corti, anche se non è facile reperire tutto il materiale (qualcosa su YouTube, o su eMule); forse più tardi pubblico il video di Grandmother, se ho un po’ di tempo

      ciao

      • Dove pubblichi il video di Grandmother? Se lo fai mi puoi inviare il link?

        Grazie e ciao

        P.S.
        Il secondo uomo in bianco e nero che si vede nella grafica iniziale è Harvey Keitel? Comunque molto bello il mix di immagini, è una tua creazione?

      • Bravissimo! infatti è proprio Harvey Keitel in Le Iene (Reservoir Dogs)! il collage non è mio, ma l’ho trovato qui (ho ritagliato una parte):
        http://www.ad-i.com/back.html, e mi è piaciuto subito;
        il video di Grandmother lo trovi su YouTube (http://www.youtube.com/watch?v=QLIxS7Bdz10), praticamente intero, 33 minuti,
        purtroppo ho una cattiva connessione e sto cercando di scaricarlo da e-Mule, insieme ad altri cortometraggi,
        in modo da vederlo con calma e poi presentarlo in un post, qui

        ciao

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...