Trieste, Bosnia

Trieste, Bosnia

triestesfilata

“a me pare che ci siano stati in questi anni un sistematico allevamento e una sistematica promozione dell’incazzatura da parte degli stessi che domani quando arriverà la Bosnia anche da noi diranno “come abbiamo fatto a non accorgercene?” e proporranno riflessioni sul tema”

(Luca Sofri, “L’indignato feroce”, 8 marzo 2013, http://www.wittgenstein.it/2013/03/08/lindignato-feroce/)

Manco a farlo apposta, leggo sulle pagine di Carmilla,  in un articolo  a cura della giornalista e ricercatrice triestina Claudia Cernigoi, la descrizione di un perfetto esemplare in miniatura, un microcosmo di quell’eco-fascismo in salsa rosso-bruna di cui ho parlato ultimamente, e  che in questo caso  riguarda il Movimento per Trieste Libera (MTL) che domenica 15 settembre ha portato in piazza circa 5000 persone.

(L’articolo di Claudia Cernigoi: http://www.carmillaonline.com/2013/09/30/trieste-libera/)

“Un movimento che si definisce “né di destra né di sinistra” (una moda ormai!) e che comprende per lo più “gente della strada”, l’Uomo (e la Donna, ovvio) Qualunque sono stati resuscitati”.

Cernigoi fa un breve ma intenso excursus storico sul Territorio Libero di Trieste (TLT), oltre un’analisi della situazione attuale, che invito a leggere nella sua completezza su Carmilla. Qui mi limito a segnalare alcune “curiosità”.

Fra i tanti personaggi della fauna irredentista fanno spicco, per esempio, un certo Roberto Giurastante, già portavoce del movimento ambientalista Greenaction Transnational, che negava la sovranità italiana in materia ambientale. Nel 2011 venne costituito  il Comitato per il Porto Libero di Trieste (Free Port Trieste), e quindi il Movimento Trieste Libera, che rilascia anche le carte d’identità del Territorio Libero, composto da alcuni fuoriusciti (Lega Nord, M5S, ex AN) e lo stesso Giurastante.

Trieste libera ( il Piccolo cronaca locale qui)

Apparentemente sembrerebbe “che a fronte di una perfetta organizzazione di “eventi” (feste, manifestazioni, cortei), che richiede una regia di esperti in materia, il Movimento non abbia dei leader politici veri e propri” (a parte il Giurastante, che però l’autrice non considera un vero e proprio leader). E tuttavia il corteo del 15 settembre rivela “un sistema organizzativo impressionante”, dagli slogan  alle magliette, dalla banda al servizio d’ordine efficientissimo coordinato, a quanto pare dal promoter di arti marziali Alessandro Gotti (con un passato in Autonomia operaia!).

L’avvocato del MTL è un certo Edoardo Longo “difensore senza attenuazioni opportunistiche nei processi politici contro il dissidenti antimondialisti di destra, ha riversato la sua esperienza in materia in alcuni libri e in moltissimi articoli contro le aberrazioni del sistema giudiziario al servizio delle lobbies plutocratiche internazionali. (…) Dalla metà degli anni ‘8O svolge una intensa attività di ricerca culturale e pubblicistica, dapprima in ambito culturale tradizionale ( con nette influenze del pensiero di Julius Evola e Domenico Rudatis di cui era amico personale), poi in ambito più marcatamente politico. (…)

(sul rapporto fra Giurastante e l’avv.Longo: http://bora.la/2013/07/17/festa-del-territorio-libero-di-trieste-fino-al-21-luglio-a-borgo-grotta-gigante/)

Anche la sua attività pubblicistica, molto vasta, merita di essere conosciuta. Ne citiamo le opere più significative.

Nel 1996 per il tipi de il Ventaglio di Roma ha pubblicato “Il Fuoco e le Vette. Lungo i sentieri dell’arcaica Tradizione Ariana”, un’antologia che raccoglie quasi tutti gli scritti di Edoardo Longo sulla “metafisica delle vette”.

Ed ancora:

Nel 1989 ha scritto un lungo saggio (ora ristampato ne Il Coltello di Shylock) sui rapporti fra Giudaismo e Massoneria in appendice al volume edito da Ar di Malynski, La Guerra Occulta.

shylock

Il Coltello di Shylock. Storie di ordinaria repressione giudaica , edito nel 2002 dalla editrice triestina la Rocca d’Europa è l’ultimo (al momento) testo pubblicato.

Molte note sulle vicende politico-giudiziarie dell’avv. Longo possono essere lette nelle note e commenti al libro Contra Judaeos di Telesio Interlandi che Edoardo Longo ha reso pubblico per la prima volta dal dopoguerra.” (Interlandi era uno dei teorici fascisti della Difesa della razza).

Nel 1999 ha pubblicato una lunga introduzione dal titolo “La Runa del Lupo” al volume La rivoluzione è come il vento di Marcello de Angelis, Roberto Fiore, Gabriele Adinolfi (ed. Sentinella d’Italia, Monfalcone, 1999) (Terza Posizione, Forza Nuova, CasaPound).

“ Il motivo per cui un movimento, che si dichiara “né di destra né di sinistra” si sia scelto un avvocato dalle chiare posizioni filo nazifasciste e razziste, si può spiegare (forse) solo valutando il fatto che le pur vaghe teorie economiche di Trieste Libera (ma più che di essa, del collegato Comitato Porto Libero, che ha negli anni passati organizzato alcune iniziative su questi argomenti) sono simili a quelle esposte da un filone di pensatori della destra antimondialista, Giacinto Auriti in primis (l’ex missino che collaborò con Beppe Grillo nella stesura di Apocalisse morbida nell’ormai lontano 1998), il teorico del signoraggio e della local money, temi purtroppo oggi condivisi in parte anche da chi non fa diretto riferimento alla nuova (per modo di dire…) destra, ma appunto dichiara di voler superare la dicotomia “destra-sinistra” in funzione anticapitalista.”

Sul “signoraggio” e sul sistema monetario del Territorio Libero di Trieste” il Comitato Porto Libero ha organizzato nel 2011 una conferenza dal titolo “Il Territorio Libero avrà un proprio sistema monetario”, il cui relatore era il dr. Antonio Miclavec, autore (con Marco della Luna)  del libro €uroSCHIAVI, pubblicato da una casa editrice rosso bruna, l’Arianna editrice, nonchè candidato sindaco di Udine alle ultime elezioni amministrative, nella lista di Forza Nuova.

Annunci

8 thoughts on “Trieste, Bosnia

    • a quanto pare c’è uno schema abbastanza chiaro e collaudato, in primo piano, a livello “essoterico” diciamo così, c’è la “società civile”, “la gggente”, il “cittadino che protesta”, “né destra né sinistra” (come recitava il Piano della P2), dietro, o a un “primo livello” ci sono avvocaticchi, pubblicisti e portavoce “ambientalisti” per la protezione del delfino o delle cozze pelose, poi ci sarà un altro livello ancora 🙂 forse quell’incontro fra Grillo e Fiorito non era poi così tanto casuale!

  1. Sarebbe da aggiungere al mazzo tutta la nutrita pletora di “ariosofisti” e “mistici” evoliani, guenoniani, jungheriani e nera compagnia… Quelli che si credono la “Progenie del Sole”, pur essendo solo figli di “mater-ignota”.

    • i “figli del sole”! stavo appunto dicendomi di non “generalizzare” 🙂 ma si vede che questi intrallazzano sempre qualche trama, dai tempi delle stragi di stato e oltre, hanno sempre logge e finanziamenti alle spalle, e poi gli altri sono massoni giudei! molto divertente!

      • Ci sono “imprenditori” che finanziano le iniziative dei nazi-deficienti di Gaetano Saya e “Logge” sempre pronte ad ‘iniziare’ simili pagliacci ad altre mistiche buffonate.
        La situazione sarebbe grave se fosse seria. Per ora, l’unico rischio concreto è morire dalle risate.

    • 😉 Credo che i primi a dover prendere a calci in culo il Capo-Grullo ed i suoi parabolani, in quello che si configura come un raid squadrista, avrebbero dovuto essere soprattutto i dipendenti ed i dirigenti RAI, invece di correre ad ascoltare i suoi rutti dalla fogna e permettergli (cosa incredibile ancor prima che surreale!) di improvvisare un comizio, con tanto di adunata sediziosa in una manifestazione non autorizzata.

      O forse è prevalso il vecchio adagio: “i matti vanno assecondati”… vanno lasciati sfogare e quindi gentilmente incamiciati e accompagnati in manicomio.
      In fondo è solo una questione di tempo: Grillo è finito, come la sua spalla brianzola.

  2. mi pare che abbiano agito sapendo già come muoversi, era un’azione preparata da tempo, forse con qualche complicità interna, e altre ne faranno; a prevedere la prossima gli si potrebbe fare qualche bello scherzetto, tipo gavettone di pece nera e piume; vabbè, scherzo, vorrei condividere il tuo ottimismo, magari gli viene un ictus a tutti e due, ma almeno al momento non si vede una via d’uscita da questa follia generale

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...